Foresta Montarbu e Perda Liana

Bikingtour 2004 Isola Sarda

barra.gif (1564 bytes)


Lasciamo le macchine lungo la strada che porta da Seui a Villagrande Strisaili (p1- quota 943 m.), presso il bivio che indica la foresta di Montarbu. E' l'unico giorno in cui siamo in 5 e questo aumenta senza dubbio il divertimento. L'eccitazione è poi incrementata dalla splendida giornata, dal paesaggio incantevole e dalla estrema percorribilità di un sentiero raso e compatto come una tavola da biliardo. Si raggiunge l'area demaniale dove una piccola cascata ci da un festoso benvenuto e quindi la caserma della Forestale (p2) dove, superata una sbarra, ci troviamo nel cuore del compendio boschivo. Il sentiero che porta alla caserma si snoda ai pedi del costone roccioso meridionale del monte Tonneri che è attraversato anche dalla linea ferroviaria turistica del Trenino verde. Il percorso non è mai impegnativo e le salite vengono affrontate senza alcuna difficoltà. Procedendo verso nord si giunge all'uscita dell'area demaniale (p4) ricongiungendosi alla strada asfaltata che aggira il M. Tonneri. Ci dirigiamo verso il M. Perda Liana, che costituisce uno dei monumenti naturali più famosi del Gennargentu, anche a causa della sua somiglianza con uno dei tipici "tacchi" dell'Arizona. Presso il punto p5 la strada si inerpica verso la cima del Perda Liana, la pendenza è forte ma il tratto in salita è lungo solo 600 metri. Sul punto di scollinamento stanno costruendo un area di sosta e da qui è possibile raggiungere il "tacco" a piedi. Noi proseguiamo lungo lo stradello asfaltato che si dirige verso sud in direzione di Gairo. Presso il punto p6 (è presente una fonte) abbandoniamo l'asfalto per continuare il giro del Perda Liana. Il sentieri è un saliscendi che si conclude presso una fascia tagliafuoco. Il Punto P3, sul sentiero già percorso in precedenza è a un passo. Ritorniamo sul p4 ma stavolta giriamo a sinistra e ci dirigiamo verso ovest. Una breve sosta ci permette di visitare il Nuraghe Ardosai. La strada prosegue in direzione sud fino a raggiungere il punto di partenza (p1).

Cascatella all'ingresso dell'area demaniale di Montarbu

Il trenino verde della Sardegna attraversa la foresta Montarbu di Seui.

Il fondo stradale dei sentieri di quest'area è ottimo Il tacco roccioso del M. Perda Liana ha caratterizzato il panorama di questo percorso

Una fascia tagliafuoco ci riconduce nell'area demaniale dopo aver percorso l'anello del Perda Liana (punto p3) Sulla via del ritorno breve visita del Nuraghe Ardosai

Il panorama più bello del tour: il massiccio roccioso del Monte Tonneri a destra e lo sperone roccioso di Perda Liana nella Barbagia Seulo. 

 

barra.gif (1564 bytes)

Isola Sarda © 1997-2004 - Associazione Culturale Ciberterra - Responsabile: Giorgio Plazzotta
I contenuti appartengono ai rispettivi autori - Tutti i diritti riservati
The contents belong to the respective authors - All rights reserved